Domenica, 04 Febbraio 2018 23:37

    Il nostro buio

    Scritto da

    Non è che mi entusiasmasse più di tanto l'idea di partecipare ad una cena al buio. Ma faccio parte di questa associazione. Cerco di sostenere progetti che in parte conosco e in parte no e proprio per questo faccio quanto possibile per capire. Così ho prenotato.

    Domenica, 28 Gennaio 2018 18:53

    LC Thiene Colleoni con i Maestri di Scie

    Scritto da

    Vieni a vivere le emozioni della montagna e degli sport invernali in totale sicurezza grazie a Lions Club Thiene Colleoni e i Maestri di Scie!

    Venerdì, 26 Gennaio 2018 16:20

    A Forlì, il 2° Workshop su "Sight for Kids"

    Scritto da

    Sabato 27 gennaio, a Forlì, organizzato dal Multidistretto, si terrà il secondo Workshop su Sight for Kids, ovvero i Lions italiani contro l’ambliopia, in cui verranno illustrati i passi fin qui svolti nell’attuazione di questo importante service.

    Domenica, 28 Gennaio 2018 15:47

    Educazione civica e ambientale

    Scritto da

    Presentazione della proposta di Disegno di Legge al Parlamento Italiano per l'introduzione dell'insegnamento obbligatorio di "Educazione civica e ambientale" nelle istituzioni scolastiche di istruzione secondaria di primo e secondo grado.

    Giovedì, 04 Gennaio 2018 10:43

    Mercatini di Natale

    Scritto da

    Come consuetudine anche quest'anno, in occasione dei Mercatini di Natale, il L.C. TRENTO Clesio ha ottenuto dal Comune di Trento, a titolo gratuito, una delle casette della Solidarietà a disposizione delle associazioni  di volontariato .

    Nella giornata di Domenica 3 dicembre 2017 un gruppo di soci si sono alternati nella vendita di corone e addobbi natalizi naturali  gentilmente preparati da alcune volontarie del Club.

    Il ricavato è stato destinato al  service "NUOTO ANCH'IO" : lezioni individuali di nuoto in vasca terapeutica rivolto a bambini e ragazzi con gravi disabilità fisiche.

    Caro amico Lion, con molto piacere vorrei invitare te e la tua famiglia alla 37a edizione dei “Giochi Invernali Lions”, che si terranno dal 1 al 4 febbraio 2018 a Bressanone, in Alto Adige. 

    Da più parti si dice che gli immigrati sarebbero causa, fra l’altro, dell’intasamento del pronto-soccorso degli ospedali, con varie conseguenze. Altre fonti, invece, dimostrano come moltissimi immigrati irregolari tendano a non farsi curare, con rischi di diffusione di alcune patologie. Innanzitutto, nel momento in cui si prendono in considerazione il problema e le possibili soluzioni, bisogna tenere presente, ovviamente, che qualsiasi scelta, teorica ed operativa, deve nascere all’interno delle coordinate costituzionali.

    Mercoledì, 03 Gennaio 2018 08:41

    Il terzo settore dal volontariato al non-profit

    Scritto da

    Il 1° Dicembre 2017 si è tenuto a San Giovanni Lupatoto (Verona) un grande convegno nazionale dal titolo "Lettura, interpretazione ed applicazione della nuova disciplina del Terzo Settore", con l'intervento di relatori altamente qualificati chiamati a dibattere un tema di scottante attualità, che interesserà tutto il volontariato, non solo i Lions. In Italia le persone coinvolte sono oltre 7,2 milioni, suddivise in 500 mila cooperative sociali, quasi cento mila fondazioni ed oltre 16 mila imprese sociali, con un bilancio complessivo superiore ai 20 miliardi di euro. 

    Grande è l'impatto sociale, infatti, tale da "costringere" il Governo a rivedere alcuni aspetti della disciplina e ad attuare una riforma, ormai in dirittura d'arrivo, che è diventata indispensabile e da cui possono derivare indubbi vantaggi per la collettività. 

    Il convegno accreditato dagli ordini professionali è stato organizzato dai Lions del Distretto Ta1 e del Multidistretto 108 Italy (il gruppo di lavoro nazionale è presieduto da Gian Andrea Chiavegatti in qualità di presidente con Renato Dabormida segretario, assieme al prof. avv. Giovanni Meruzzi in qualità di coordinatori tecnici e scientifici dell'evento) e si è svolto in collaborazione con il comune di S. Giovanni Lupatoto e di CereaBianca 1897, con il patrocinio della Regione Veneto, dell'Università di Verona, del CSV (Centro per il servizio di volontariato).

    GUARDA LE INTERVISTE

    Giovedì, 28 Dicembre 2017 12:55

    Gran Festa di Natale del LClub Rovereto Host

    Scritto da

    Gran serata degli auguri di Natale e per l’Anno Nuovo quella vissuta nell’ultimo fine settimana dai Soci del Lions Club Rovereto Host presso lo splendido salone dell’Hotel Rovereto.

    Abilmente condotta all’unisono con sensibilità e goliardia dal Presidente Massimiliano Guidi e dal Cerimoniere Giulio Pezcoller. Il Presidente Guidi ha aperto la serata con la lettura di un noto brano intitolato “ La tregua di Natale “, che racconta con parole meravigliosamente toccanti della tregua che il 25 dicembre 1914 si concretizzò spontaneamente tra i soldati inglesi e tedeschi nelle Fiandre. Queste pagine furono scritte dal caporale inglese Leon Harris in una lettera alla famiglia. “ E’ stato il Natale più bello che io abbia mai vissuto “, scrisse Harris. Tra due trincee nemiche, su un terreno di nessuno, si giocò una memorabile partita di calcio, un vero miracolo che fermò, almeno lì, la Grande Guerra per un giorno intero. Da questo fatto Richard Attenborough trasse il suo film antimilitarista “ Oh che bella guerra “ e Paul Mc Cartney il video-clip “ Pipes of Peace “. Un inizio di serata molto significativo e di grande impatto sui presenti.

    La serata è stata la graditissima occasione per accogliere nello storico Club roveretano tre Soci nuovi : Franco Bruschetti, imprenditore nel settore informatico, Sabrina Chinellato, giurista presso un noto studio cittadino, Christian Verzè, operatore culturale. Ora il Lions Club Rovereto Host può contare su ben 67 Soci, uno dei Lions Club più numerosi del Triveneto.

    Accanto a loro sono stati onorati alcuni Soci di significativa “ anzianità “ di appartenenza al Club, e precisamente : Giorgio Ruele per i 40 anni, Annalisa Fiorentino e Laura La Micela per i 20 anni, Michele Perani per i 10 anni.

    Gran serata, in sintesi, in cui si è saldata ulteriormente la già forte amicizia tra i Soci, nel condiviso impegno di porsi sempre con determinazione e gioia al servizio della nostra comunità.

    Mercoledì, 27 Dicembre 2017 22:02

    Un Insolito Natale Insieme

    Scritto da

    Abbiamo preso in prestito l'occasione degli auguri, tradizionale ricorrenza natalizia lionistica, per organizzare un pranzo in famiglia, con bimbi, genitori, nonni e simpatizzanti. Quattro tra i più piccoli club della quarta circoscrizione si sono riuniti nella splendida cornice del Castello Superiore di Marostica, sfidando il più rigoroso cerimoniale per trascorrere insieme qualche ora in compagnia degli amici della associazione onlus Angeli Berici, ai quali sono stati destinati i fondi raccolti attraverso la lotteria. Insieme, contribuiremo all'acquisto di una colonna laparoscopica ad alta definizione per la chirurgia mini invasiva che permette la correzione di malformazioni congenite neonatali in modo più preciso, meno doloroso e con un numero minore di interventi.

     

     

    La Costituzione della Repubblica Italiana tutela la salute come fondamentale diritto dell'individuo, garantendo cure per gli indigenti (artic.32) e la legge 833 del 1978 ribadisce il contenuto dell’articolo della Costituzione dandone le direttive per l’applicazione attraverso il Servizio Sanitario Nazionale.

    Lo scopo della medicina, dunque, diventa la tutela globale della salute, del benessere fisico, mentale e sociale dell’individuo, che si attua mediante una serie di interventi nei confronti dei singoli e della comunità.

    Partendo da tale presupposto, la “salute”, intesa come il ben-essere psico-fisico della persona, si pone alla base di tutti gli altri diritti fondamentali e questo principio assegna allo Stato compiti che vanno al di là della semplice gestione di un sistema sanitario; in particolare, lo Stato deve farsi carico di individuare quei fattori che influiscono negativamente sulla salute del singolo e della collettività e, perciò, promuovere tra i cittadini un corretto stile di vita, fondamentale per rimanere in buona salute.

    Quale è lo stile di vita corretto? In realtà non esiste uno stile di vita "ottimale" da prescrivere a tutti: la cultura, il reddito, la struttura familiare, l'età, le capacità fisiche, l'ambiente domestico e quello lavorativo condizionano certi modi di vivere.

    Ci sono, comunque, alcuni fattori di rischio in grado di influenzare concretamente e in modo negativo la durata della vita di un uomo.

    1. L'alimentazione in primo luogo. In base a quello che mangiamo possiamo prevenire, curare o causare (con una dieta scorretta) la maggior parte dei disturbi e delle malattie. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, circa 1/3 delle malattie cardiovascolari e dei tumori potrebbero essere evitati, grazie a una equilibrata e sana alimentazione.

    2. L'attività fisica che dev'essere svolta in modo regolare, ma non eccessivo. Il movimento influisce positivamente su vari aspetti del nostro organismo, apportando benefici a livello cardiovascolare e migliorando la funzionalità cardiaca; a livello del metabolismo corporeo contribuisce a prevenire patologie quali diabete mellito e sindrome metabolica. Apporta numerosi benefici anche dal punto di vista psicologico, riducendo lo stress e le tensioni nervose.

    3. L’alcool è responsabile di danni a carico del fegato, dello stomaco e del sistema nervoso. L’abuso di alcool è la causa della crescente mortalità giovanile per incidenti stradali per più del 40% dei casi, e del 46% dei morti di età compresa fra i 15-24 anni.

    4. Il fumo è in grado di provocare in primo luogo patologie quali cancro, malattie cardiovascolari e respiratorie. Causa, in particolare, la riduzione della funzionalità respiratoria e una maggiore incidenza di tumore al polmone. Un fumatore su due muore per una malattia attribuibile al fumo. La speranza di vita di un fumatore è otto anni inferiore a quella dei non fumatori. I benefici per chi smette di fumare sono immediati (nell'arco di ore) - come una migliore respirazione, ed una maggiore capacità nella percezione di odori e sapori - e a lungo termine.

    Ma cosa fare per promuovere un corretto stile di vita? La compliance o adesione alla terapia e ancor più a un corretto stile di vita è molto bassa.

    Un ruolo fondamentale ha la comunicazione e quindi l'intervento educazionale che non può essere un processo unico e uniforme per tutti. Al contrario deve essere un processo molto articolato e complesso che si adatta ai vari fattori: l'età del paziente, la gravità della malattia, la professione del paziente, la famiglia, l'assetto psicologico del paziente, le usanze e le abitudini culturali ed etniche, le barriere linguistiche, il grado di invalidità del paziente. Da ciò la necessità che l'educatore adatti l'intervento educazionale alla tipologia del paziente attraverso una comunicazione interpersonale individualizzata.

    L'adolescenza, in particolare, è un campo tutto da esplorare e da coltivare. Franco Panizon in un suo editoriale la definisce la terra dei leoni, "hic sunt leones", come nelle antiche carte geografiche erano indicate le terre inesplorate proprio perché l’adolescenza è l'età del rifiuto, della rivolta, delle incomunicabilità, della estraneità.

    Con un corretto stile di vita non si ottiene solo la longevità, ma anche la qualità di vita, benefici che traggono linfa vitale anche da un ambiente salubre e meno aggressivo e che sono le basi per una società accogliente e fraterna che sarà capace di assicurare a tutti una vecchiaia felice in una vita che termini dolcemente.

    Per concludere, vorrei qui ricordare il grande ruolo che ha per i nostri giovani il Service Lions “Martina”. Il Progetto Martina è un service nazionale già attivo, da vari anni, in vari distretti Lions italiani ed ha dimostrato di suscitare l’interesse e l’attenzione dei giovani migliorandone gli stili di vita. Carlo Eugenio Ferrari coordina già da anni tale Service nel nostro Distretto e con altri medici Lions fa prevenzione dei tumori nelle scuole di tutte le province.L’utilità di questi incontri con i giovani è messa in luce da vari fattori, quale il gradimento elevato da parte degli studenti e i ringraziamenti ed apprezzamenti da parte dei presidi e dei professori.

    Una interessante iniziativa che è già alla sesta edizione, è il ciclo di incontri promosso dal Lions Verona Cangrande a Verona “Stili di Vita e Ben-essere” aperto a tutta la cittadinanza e coordinato da Gaetano Trabucco e Maurizio Manzini, con il coinvolgimento dei Soci del Club.

    Iniziative Lions come queste vedono i soci come “Cittadini attivi” alleati alle Istituzioni nel ruolo di promotori della salute e andrebbero sempre più potenziate e valorizzate.

     

    Pagina 3 di 21
    © 2018 Lions Clubs International - Distretto 108Ta1. All Rights Reserved. Designed By moovioole.srl.