Giovanna Pasin

Giovanna Pasin

Lunedì, 09 Giugno 2014 17:21

Libro parlato

Lunedì 24 febbraio 2014 i ragazzi dei Leo Clubs del distretto 108 TA1 si sono incontrati per la prima volta con la presidente Ivanna Marini e alcuni responsabili referenti per il progetto Libro Parlato presso l’Unione Italiana Ciechi a Trento. L’incontro è durato circa quattro ore e ha visto impegnati una decina di Leo nell’apprendere le perfette modalità per “parlare” un ottimo audio-libro.
Dopo una breve introduzione e saluto della Signora Marini , presidente dell’U.I.C. Trento, la parola è passata a Maurizio Ratti, uno dei responsabili, che ha voluto innanzitutto spiegare ai Leo l’importanza di questo progetto e soprattutto il valore che ha la voce di ciascuno per una persona non vedente.  È solamente grazie all’impegno di tanti volontari, che si sono succeduti negli anni alla lettura di moltissimi libri, che ad oggi l’audio-biblioteca del sistema U.I.C. di Trento vanta moltissimi libri, addirittura migliaia. 
La lettura dei libri viene attuata per mezzo di particolari sistemi informatici che non permettono semplicemente la registrazione della voce del lettore, ma anche tutta una serie di azioni che permettono poi il vero e proprio assemblaggio della lettura.
Grazie all’Ing. Ratti i Leo sono riusciti a comprendere ogni singola funzione di questi sistemi di registrazione e una volta conclusasi la riunione hanno potuto cominciare la lettura dei propri libri che a breve saranno pronti per essere inseriti nel sistema degli audio-libri.
Il centro U.I.C. di Trento ha inoltre donato a ciascun Leo un piccolo vademecum contenente tutte le istruzioni per l’utilizzo del sistema Audacity e inoltre anche qualche informazione per una buona e corretta lettura.
Successivamente a questo primo incontro il distretto è stato in grado di organizzare anche un secondo incontro, sabato 12 aprile 2014. Anche questo secondo momento è stato organizzato nel medesimo modo del primo.
Ad oggi i Leo del distretto 108TA1 si stanno impegnando per essere “occhi” di chi non può vedere, donando la propria voce.
Si ringrazia in particolar modo l’Ing. Ratti, il centro U.I.C. di Trento e i responsabili del progetto Kairos per il distretto Leo 108TA1.

Venerdì, 16 Maggio 2014 19:08

GARDALEO!!!

Siete pronti per il GardaLeo?? Le prenotazioni stanno per scadere... Vi aspettiamo il 24 maggio a gardaland con ingresso a soli 22 € per proseguire poi la serata a bardolino con cena vista lago e danze scatenate presso la discoteca Hollywood a 35 €!

Non potete mancare..!!!!!!!!!!!

Confermate la vostra presenza a Giorgia Paolin (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Mercoledì, 23 Aprile 2014 23:58

ROARING TWENTIES!

Festa in stile anni ‘20 al Castello Bevilacqua. Chi meglio di  Francis Scott Fitzgerald può trasportarci nell’epoca d’oro del jazz e del charleston? Chi meglio del suo misterioso e affascinante Jay Gatsby, il Grande Gatsby, può accoglierci così elegantemente attraverso le atmosfere dei ruggenti anni ’20?
Roaring Twenties, una festa danzante in perfetto stile Gatsby vi trasporterà per una notte nell’affascinante mondo di Scott Fitzgerald.? L’evento, ideato e organizzato dai Leo Club Villafranca, Bussolengo, San Giovanni Lupatoto e Verona, avrà la sua perfetta location nella meravigliosa cornice del Castello di Bevilacqua e si svolgerà il 24 aprile dalle ore 22.00 alle 02.00.
L’intero ricavato della serata sarà devoluto alla Casa Nazareth di Ponton di Sant’Ambrogio, organizzazione che si occupa di iniziative orientate all’integrazione dei giovani ragazzi disabili.
Per info e prevendite: Facebook -  Roaring Twenties.
L’organizzazione mette a disposizione navette andata e ritorno sia da Verona che da Vicenza.
E’ gradito un abbigliamento in tema con la serata.

“Un’ostia di luna risplendeva sulla casa di Gatsby, rendendo la notte bella come prima, e sopravvivendo alle risate e al frastuono del suo giardino ancora illuminato.”  Angela Fraja Bianchi (Leo club San Giovanni Lupatoto)

Mercoledì, 23 Aprile 2014 23:41

"BANCHETTANDO"

“Banchettando” contro l'abuso dei social network.
Organizzare eventi di beneficenza che siano accattivanti e che riscuotano successo non è più così facile. Oramai siamo abituati ad aver già sperimentato di tutto e qualsiasi festa, cena, pranzo o gita ci annoia.

Mercoledì, 09 Aprile 2014 19:34

Progetto Martina

 Il 5 aprile, il Leo club Villafranca ha affiancato il Lions club padrino nel progetto Martina tenutosi presso il liceo scientifico Medi di Villafranca.;

Mercoledì, 09 Aprile 2014 19:15

CONFERENZA PRIMAVERILE

Più di due settimane fa si è parlato dei rapporti tra Lions e Leo, ora è il momento di parlare di LEO. Sì perché il 15 marzo 2014 nella splendida cornice del crown Plaza hotel di Verona si è tenuta la conferenza primaverile del distretto Leo 108ta1, che ha visto in questa intensa giornata, l'elezione tanto attesa del Presidente Distrettuale e del suo vice Presidente per l anno sociale 2014/2015.

Domenica, 09 Marzo 2014 19:22

LIONS4LEO

“Saper condividere” (un oggetto,un pensiero,un compito) è una capacità piuttosto rara che se vivessimo nel 1600 sarebbe motivata da Hobbes e Locke con la teoria secondo la quale gli uomini fin dal loro stato di natura sono conflittuali e questo non può che portare diffidenza.

Mercoledì, 05 Febbraio 2014 20:32

PLAY DIFFERENT: GIOCANDO SI IMPARA!

Quando si pensa ad un Service innovativo, coinvolgente e ben riuscito, il “Play different” vi rientra sicuramente. Questo il titolo dell'iniziativa realizzata dal Leo Club Bassano in occasione della prima assemblea distrettuale a T Uniti (Ta1, Ta2, Ta3 e Tb) tenutasi il 12 ottobre a Bassano del Grappa che ha rinforzato l'amicizia e la sinergia tra i distretti “gemelli”.
Un'idea originale che ha visto i numerosi soci dei diversi distretti confrontarsi in un “gioco dell'oca”, in piazza Garibaldi, le cui prove richiedevano uno sforzo non indifferente.
Ciascuno ha avuto l'opportunità di calarsi fisicamente nei panni delle azioni quotidiane dei disabili, in una serie di prove, tra cui l'uso delle handbyke, carrozzine, bende o più semplicemente rinunciare ad utilizzare dei propri sensi od arti per svolgere prove che simulavano azioni quotidiane. Un'ottima opportunità per trasmettere ai soci e alla cittadinanza presente messaggi di sensibilizzazione sulle barriere architettoniche e sulle diverse prospettive che si assumono nella vita di ogni giorno da prospettive differenti.
Il service è stata realizzato nell'ambito del progetto KAIROS, service Lions che noi Leo del Ta1 abbiamo per due anni consecutivi adottato come Tema Operativo Distrettuale e poi candidato come TeSN (tema di studio nazionale) per il multidistretto.
Il progetto Lions “Kairós” nasce dalla volontà di mettere a disposizione la propria “ricchezza interiore” da parte di alcuni soci Lions e come obiettivo primario, si prefigge di riuscire a migliorare l’integrazione scolastica e quindi, anche sociale delle persone con handicap, o disabili, o diversamente abili; quelle persone, insomma, che per inconsapevolezza, troppo spesso, consideriamo “diverse” dai “normodotati” finendo con il privarle persino della loro dignità umana.
Un'iniziativa che rende fieri ed orgogliosi tutti i Leo organizzatori e partecipanti, a maggior ragione in un occasione come quella svoltasi a Bassano, che come suddetto è pienamente riuscita. Alberto Zen (Leo Club Alto Vicentino)

Mercoledì, 05 Febbraio 2014 20:02

PERCORSI DI LOGOGENIA: AIUTIAMO I BAMBINI SORDI!

I bambini, gli adolescenti e gli adulti sordi comprendono l’ italiano scritto? Per molti di noi una realtà questa, molto distante, per non dire sconosciuta. Perché spesso se il problema non è in casa, si pensa che non esista; e invece esiste eccome e a parlarcene è la dott.ssa Musola, la quale insieme alla dottoressa Franchi, porta avanti con successo da qualche anno la disciplina della LOGOGENIA.