Domenica, 08 Ottobre 2017 23:54

Il miracolo di un occhiale usato

Scritto da Antonio Dezio - Componente del Comitato per la Comunicazione

Già dal 1917, quando il Lions Club International è stato fondato, i Lions lavorano a progetti che hanno lo scopo di prevenire la cecità, restituire la vista e migliorare la salute degli occhi di centinaia di milioni di persone in tutto il mondo. Tra i tanti Service dedicati alla vista c’è anche la raccolta e il riciclaggio degli occhiali usati.

Nel mondo c'è un grandissimo bisogno di occhiali usati. L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha stimato che la vista di circa un quarto della popolazione del mondo può essere migliorata attraverso l'uso di lenti correttive; sfortunatamente, in particolare nei paesi poveri, ma non solo, molte persone non possono permettersi un paio di occhiali.

Il Lions Clubs International, considerato a tutti i livelli la più grande organizzazione planetaria di assistenza a favore di non vedenti e di persone con problemi di vista, ha capito da tempo quanto sia importante agire in questo campo. I Centri Lions per la raccolta e il riciclaggio degli occhiali nel mondo sono 13.

Missioni sponsorizzate dai Lions Club, si adoperano, nelle nazioni in via di sviluppo, a distribuire gli occhiali donati.

Il Centro Lions italiano è a Chivasso; inaugurato ufficialmente il 17 febbraio 2004, fa parte del progetto Vision 2020, lanciato insieme dall’Organizzazione Mondiale della Sanità e dall’Agenzia Internazionale per la prevenzione della cecità che ha come obbiettivo principale quello di eliminare la cecità evitabile e curabile entro i prossimi 8 anni.

Sono 51 nel mondo i paesi in via di sviluppo in cui il Centro Italiano Lions ha portato alle varie generazioni la gioia di vedere; nulla può essere fatto però senza una adeguata raccolta degli occhiali usati nel territorio. Collabora attivamente con il centro raccolta di Chivasso il laboratorio ottico di Mas Belluno affiliato alla Organizzazione Umanitaria Maniverso Onlus di Mestre. Tale laboratorio non solo rigenera gli occhiali usati ma ove occorre fa il montaggio di occhiali nuovi.

Carlo Vivian, del Lions Club di Marostica, segue per il nostro Distretto, da quando ha iniziato ad operare il centro italiano, con puntualità e dedizione tale Service. Lions d’eccellenza, riesce, con il suo grande entusiasmo e la voglia di fare, a contagiare chi lo ascolta e a coinvolgerlo in questa sua esperienza di servizio. Fin dall’inizio ha operato instancabilmente con la sua squadra e nel mese di febbraio 2011 ha pure condotto una missione in Burkina Faso promossa dal centro di Chivasso.

In questi tredici anni sono stati raccolti nel nostro Distretto quasi duecentodiecimila occhiali e coloro che hanno ottenuto i migliori risultati sono stati: le cooperative trentine SAIT, le farmacie UNIFARM delle provincie di Trento e Bolzano, le farmacie FEDERFARMA delle province di Verona e Vicenza e il Club Valsugana.

Purtroppo Carlo ci comunica che l’associazione Maniverso Onlus non riesce più a sostenere la gestione del laboratorio e chiede ai Soci Lions un contributo per supportare tale gestione. Gli estremi per un bonifico anche modesto si trovano in calce all’articolo.

Tempo fa in un numero di “Lions” veniva posta ad alcuni Soci la seguente domanda: “Perché è bello essere Lions?”. La risposta a mio parere è che tutti possiamo liberamente contribuire a servire, anche con un piccolo gesto a costo zero come quello di donare un occhiale usato, un oggetto per noi inutile che potrà fare riacquistare la vista a un povero cieco.

Letto 200 volte Ultima modifica il Lunedì, 09 Ottobre 2017 00:06
Devi effettuare il login per inviare commenti

108TA1 Channel

Loading player ...