Mercoledì, 12 Febbraio 2014 20:00

LA SINAGOGA DI VERONA APRE LE PORTE

Scritto da

«La Repubblica italiana riconosce il giorno 27 gennaio, data dell'abbattimento dei cancelli di Auschwitz, "Giorno della Memoria", al fine di ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati. » (art. 1 Legge n. 211 del 20 luglio 2000).


Al fine di ricordare in modo diverso e in un’altra prospettiva questa giornata, il Leo Club San Giovanni Lupatoto, Zevio, Destra Adige ha creato la sua proposta: una visita presso uno dei punti di riferimento principali della comunità ebraica, con lo scopo di essere guidati, tramite un approccio forse inusuale, attraverso la storia di una parte di quei cittadini che hanno subito gli strazi e le violenze delle leggi raziali.  
Così il 27 gennaio 2014 ci siamo recati presso la Sinagoga, situata in pieno centro a Verona, dove il Rabbino della comunità Ebraica della nostra città, il sig. Moscati, ha reso possibile questa nostra richiesta, aprendo le porte della Sinagoga ai visitatori interessati a partecipare all’evento.
Il Rabbino ci ha subito messo a nostro agio e ha dato inizio alla visita mostrandoci una raccolta di oggetti simbolo della tradizione e della religione ebraica. In seguito ci ha condotto tra i banchi della Sinagoga, dove ha tenuto una interessante lezione sulla storia dell’insediamento ebraico a Verona.
L’ultima parte della visita è stata riservata alle nostre domande.
Questo incontro ci ha permesso di vedere il popolo ebraico in una dimensione più concreta e vicina a noi, spogliando la narrazione storica di astrattismo e calando la realtà del ghetto ebreo veronese in una dimensione formata da persone che sono concretamente nostri concittadini.
Con questo intento il Leo Club ha organizzato il giorno seguente, 28 gennaio 2014 , un incontro nell’aula magna del liceo “Alle Stimate” di Verona, con la voglia di condividere con i ragazzi quel sentimento provato il giorno prima in Sinagoga. Grazie anche al Dirigente Scolastico, Prof. Umberto Fasol, e agli insegnanti, una platea gremita di ragazzi di terza, quarta e quinta superiore ha ascoltato attenta le parole del Rabbino, alle quali sono seguiti un dibattito e una riflessione moderate anche dalla presidentessa del Leo Club San Giovanni Lupatoto, Zevio, Destra Adige, Ilaria Chiliberti, e dai suoi soci. 
Se, per la già citata legge n. 211 del 20 luglio 2000, il 27 gennaio è occasione per ricordare tutte le vittime, non solo ebrei, dello sterminio nazista, è necessario, come ha sottolineato il Rabbino, tenere sempre presente quanto accaduto e accade ancora ai giorni nostri, affinché, per quanto è nelle nostre possibilità, simili eventi non si ripetano.  Angela Fraja Bianchi (Leo Club San Giovanni Lupatoto)

Letto 848 volte
Distretto Leo

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Devi effettuare il login per inviare commenti

108TA1 Channel

Loading player ...